Apparato genitale maschile

Apparato genitale maschile

virgolette 100x74L’apparato genitale maschile, se pur meno complesso di quello femminile, non è costituito solo da pene e testicoli. Ci sono diversi organi genitali interni, alcuni legati strettamente al piacere sessuale.

APPARATO GENITALE MASCHILE

Gli organi genitali maschili interni sono rappresentati dal pene, dai testicoli e dalla sacca scrotale. Le parti interne che costituiscono l’apparato genitale maschile sono il sistema dei dotti, la prostata e le ghiandole bulbo-uretrali o di Copwer. Se pur non ne fa propriamente parte è da menzionare anche l’ano.

Apparato genitale maschile_peneCostituito da un tessuto spugnoso erettile, privo quindi di ossa e cartilagini, è l’organo genitale maschile per eccellenza. Le sue funzioni sono legate alla riproduzione e all’escrezione delle urine. Normalmente si trova in uno stato di riposo e solo attraverso gli impulsi del sistema nervoso avviene l’erezione. Il sangue va a irrorare i corpi cavernosi, normalmente vuoti, che costituiscono il tessuto spugnoso. L’afflusso di sangue è regolato da un sistema di valvole, che comprimendosi permetteno di mantenere il pene eretto. In seguito all’eiaculazione, le valvole si riaprono e il sangue defluisce dai corpi cavernosi, riportando il pene a uno stato di riposo.

La testa del pene è chiamata glande, una zona molto sensibile a causa delle innumerevoli terminazioni nervose. Alla sua sommità vi è l’apertura uretrale, da cui sono espulsi urina e sperma. Il glande è ricoperto dal prepuzio, uno strato cutaneo molto elastico, che durante l’erezione permette al glande di emergere totalmente. Il glande e il prepuzio sono collegati da un filamento di pelle, il frenulo. Anche se non sempre, il frenulo può recidersi durante i primi rapporti sessuali, per questo motivo è considerato fra i giovanissimi, segno di verginità.

apparato genitale maschile_testicoloI testicoli sono gli organi genitali maschili deputati alla produzione di sperma e alla secrezione degli ormoni sessuali, fra cui il testosterone. Internamente si trovano le ghiandole sessuali maschili, che producono ogni giorno milioni di spermatozoi. Sono contenuti nello scroto, una sacca di pelle morbida, la cui funzione principale non è quella di protezione ma bensì di regolazione della temperatura. Gli spermatozoi, prodotti dai testicoli, hanno bisogno di una temperatura di circa 2° inferiore a quella corporea di 37°. Per mantenere la temperatura costante, il muscolo della sacca scrotale, allontana o avvicina i testicoli al corpo attraverso delle contrazioni.

Sistema dei dottiIl sistema dei dotti, è un complesso meccanismo dell’apparato genitale maschile che regola il passaggio degli spermatozoi, dalla loro nascita fino alla fase dell’eiaculazione.

Epididimi: sono due dotti di piccolo diametro intrecciati su se stessi, lunghi circa 6 metri, che trasportano gli spermatozoi dai testicoli fino al dotto deferente. Gli spermatozoi sono divisi in tre regioni; testa, corpo e coda. Durante questo percorso completano il loro sviluppo, acquisendo la capacità di muoversi e di fecondare.

Dotti deferenti: sono i due canali, lunghi circa 30 cm, in cui sostano gli spermatozoi ormai maturi. Sono dei vasi muscolari, le cui contrazioni durante l’eiaculazione spingono gli spermatozoi verso i dotti eiaculatori.

Dotto eiaculatorio: è formato dall’unione dei dotti deferenti con le vescicole seminali che, passando attraverso la prostata, si collega all’uretra.

Vescicole seminali: sono due strutture tubulari di circa 15 cm ricurve su se stesse, produttrici di un liquido molto ricco di fruttosio, che andrà a comporre per l’80% lo sperma.

Uretra: è un condotto lungo circa 20 cm, che partendo dalla vescica attraversa la prostata e termina sulla sommità del glande.  Nel tratto iniziale vi passa solo l’urina, mentre per la restante parte, a partire dallo sblocco del dotto eiaculatorio, consente anche il flusso dello sperma

ProstataLa prostata è l’organo genitale maschile posto sotto la vescica, in prossimità della radice del pene. È attraversata dall’uretra e vi sboccano le vescicole seminali, che apportano il liquido da esse prodotto. La funzione della prostata è di produrre il liquido restante, circa il 20%, per completare la produzione del liquido seminale. Il fluido prostatico, oltre a supportare la mobilità degli spermatozoi, li protegge dall’acidità dell’ambiente vaginale. La sua secrezione è regolata dal testosterone, e quindi dai testicoli.

Conosciute anche con il nome di ghiandole di Copwer si trovano alla base del pene e si uniscono attraverso un condotto con l’uretra. La loro funzione, all’interno dell’apparato genitale maschile, è la produzione di un liquido chiaro, con la finalità di lubrificare l’uretra per facilitare il flusso dello sperma. Normalmente è espulso poco prima dell’eiaculazione, oppure raggiunto uno stato di forte eccitazione.

Non rientra nell’apparato genitale maschile, ma è importante menzionarla, essendo una zona molto sensibile, in grado di suscitare intensi piaceri. Molti uomini sono molto restii a questa pratica, accostandola alla sfera dell’omosessualità. In realtà è una zona erogena del proprio corpo, attraverso cui è possibile fare il massaggio alla prostata.

Ti potrebbero interessare anche questi articoli

La ginnastica perineale con 3 semplici esercizi
Anatomia del pene
Come avviene l'erezione
Come allungare il pene

e se ti è piaciuto questo, puoi condividerlo…

oppure lasciare un commento!

feeccia rosa

3 Thoughts to Apparato genitale maschile

  1. Andrea Carubia Rispondi 17 gennaio 2016 at 14:00

    Articolo utile ed interessante. Ad oggi ci sono ancora troppi uomini (ma anche donne) che non conoscono i meccanismi della loro sessualità ed è fondamentale che ne abbiano consapevolezza anche attraverso una conoscenza approfondita dei loro organi genitali.

    #
  2. Marco Rispondi 20 marzo 2015 at 15:15

    Sono un medico di base devo dire che l’illustrazione è ben fatta… sintetica e chiara al punto giusto.

    #
    • Sesso Amore e Fantasia Rispondi 20 marzo 2015 at 17:18

      Grazie molte Dott. Marco

      #

Lascia un commento

Comment


 
btt