Tutto sull’eiaculazione vaginale

Eiaculazione vaginale

virgolette 100x74L’eiaculazione vaginale è una pratica che sta destando sempre più curiosità. Ma cos’è esattamente? A cosa serve lo squirting? Come imparare a eiaculare? Scopriamolo insieme…

TUTTO SULL’EIACULAZIONE VAGINALE

Cos’è?

È un fenomeno fisiologico femminile che, da sempre trascurato dalla comunità medica scientifica, oggi desta molto interesse e curiosità, creando negli ultimi anni opinioni divergenti. L’eiaculazione vaginale consiste nell’espulsione di una secrezione trasparente come risposta orgasmica alla stimolazione sessuale. È prodotto dalle Ghiandole di Skene, poste nella zona intorno all’uretra, e compongono una sorta di prostata femminile. Questa definizione nasce dal riscontro di un enzima prodotto dalla prostata maschile, trovato nel liquido della donna e alla cui presenza si imputerebbe lo sviluppo delle ghiandole di Skene. Tutte le donne ne sono provviste anche se le dimensioni possono notevolmente cambiare.

L’espulsione avviene attraverso l’apertura uretrale, l’ultimo tratto delle vie urinarie, per questo motivo si può confondere con l’urina. L’eiaculazione vaginale può avvenire in maniera più o meno violenta. Questo dipende da due fattori; la quantità di fluido prodotto e la spinta delle contrazioni durante l’orgasmo. Si parla di gushing, quando la produzione di fluido è limitata e la cui emissione avviene a piccoli fiotti, mentre in rari casi, si assiste al fenomeno detto dello squirting. Qui ci si trova di fronte a dei veri e propri getti di liquido, di quantità e potenza rilevante. Spesso è inodore e insapore, altre volte è stato descritto come terroso, dolce, salato, trasparente o bianco latte. In rari casi, eventuali tracce di urina, potrebbero caratterizzarne l’odore.

A cosa serve l’eiaculazione vaginale?

Questo è il vero grande mistero. I diversi studi sull’argomento hanno sancito dove si produce il liquido, come avviene l’espulsione, quando inizia il processo, ma la domanda cui nessuno riesce a dare una risposta scientifica resta la stessa; perché la donna eiacula? L’organismo umano è spesso definito come una macchina perfetta, o quasi, i cui processi fisiologici sono sempre concatenati e volti alla preservazione ed evoluzione della specie. Quali sono quindi i benefici? La lubrificazione vaginale è svolta da altre ghiandole e oltretutto non vi sarebbe alcun beneficio, sia perché avviene alla fine dell’atto sessuale sia perché la sua consistenza è più fluida che densa. C’è chi ritiene sia un fluido contro le infezioni del tratto urinario, fungendo da secrezione antimicrobica per consentire alle donne di avere rapporti più spesso, aumentando la probabilità di una gravidanza. Di fatto a oggi non si riscontra nessun particolare enzima che ricopra tale funzione. Altri ritengono addirittura che le ghiandole di Skene non abbiamo alcuna funziona poiché sonosolo una traccia maschile dello sviluppo embrionale, ma se così fosse dovrebbe essere un “organo passivo” e quindi non svolgere nessuna funzione.

In realtà sembra che l’eiaculazione vaginale non serva a nulla a livello biologico.

Non è finalizzato nemmeno al raggiungimento dell’orgasmo e pertanto non è legato al buon funzionamento della vita sessuale.

Un giorno forse arriverà una risposta…

Tutte le donne possono eiaculare?

Iniziamo con il dire che tutte le donne hanno le ghiandole di Skene e quindi tutte la capacità fisiologica di eiaculare. Nelle donne che riescono a fare uno squirting, sono state riscontrate forma e dimensione simile alla prostata maschile. In altre donne è possibile che le ghiandole siano tanto piccole da produrre una quantità minima di liquido, tanto da non rilevarla. Di fatto l’eiaculazione vaginale è poco diffusa e molto difficile da provare, pertanto non vivetene la sua ricerca come un obiettivo primario. La maggior parte delle donne ha una vita sessuale intensa e appagante nonostante non abbia mai eiaculato e tantomeno sentito il bisogno. Fra chi ne dichiara l’esperienza, troviamo donne che sono riuscite a eiaculare solo dopo la scoperta del Punto G, altre anche solo con la stimolazione della clitoride. C’è chi ha provato l’eiaculazione solo con alcuni partner, chi è riuscita solo nell’intimo piacere dell’autoerotismo e dopo tanta pratica e allenamento.

Se volete vivere questa esperienza, non dovete limitarvi alle sole tecniche di stimolazione. Dovete prendere coscienza della possibilità per una donna di eiaculare e avere un atteggiamento mentale predisposto a nuove sensazioni, immergendovi in un totale stato di rilassamento e di piacere. È comunque importante sapere che forse non tutte le donne arrivano all’eiaculazione, quindi vivete questi momenti sempre con serenità e senza ansia, ricordandovi che in questi casi, più vi ostinate, minore sarà la probabilità di successo. Sarà quando non vi concentrerete più che dovrete cambiare le lenzuola!!

Aspetti socio-psicologi dell’eiaculazione vaginale

Se l’eiaculazione vaginale è un processo naturale perché è un fenomeno tanto poco diffuso?

Si pensa possa essere un riflesso indotto, dato da una forzata repressione che le donne hanno operato su se stesse. Ricordiamo che il ruolo della donna è sempre stato marginale, non riconosciuto, da sempre sottomesso al voler maschile, una figura vissuta per secoli in uno stato di costrittiva inferiorità. Sessualmente parlando, e salvo rari casi, la donna era un oggetto, l’esser femmina era funzionale all’appagamento maschile. Il piacere della donna doveva essere indissolubilmente legato a quello dell’uomo. La donna, producendo molto più liquido dell’uomo, appariva più potente, l’atto di schizzargli addosso era un’azione umiliante. Il dominio dell’uomo era messo in discussione nell’atto sessuale, soprattutto scambiando quel liquido per urina.

Ben sappiamo che solo pochi decenni fa la donna ha acquisito pari diritti dell’uomo, almeno su carta, rivendicando la propria libertà sessuale. Ricordiamo gli anni ’70 e le manifestazioni femministe.

Ancora oggi la società è pervasa da falsi moralismi e bigottismi culturali, che rendono tabù alcuni argomenti. Siamo nell’epoca del sesso libero, di youporn, del tromb-amico, ma in realtà l’educazione sessuale e la conoscenza del proprio corpo sono ancorate a secoli fa. Il moralismo regna ancora sovrano; l’eiaculazione vaginale non è naturale, è una cosa sporca, è da porno star. Ci sono donne che hanno sentito parlare di questo fenomeno solo in età adulta. È possibile quindi che abbiano represso questo loro istinto, scambiandolo per l’impulso di urinare. Non è un caso che la prima eiaculazione sia vissuta con imbarazzo e quasi vergogna.

Come eiaculare e perché imparare

Dopo aver liberato la mente dai propri preconcetti, c’è bisogno di un vero e proprio allenamento per far ritrovare all’organismo l’istinto perduto. Naturalmente non esiste la tecnica perfetta o il risultato garantito, ma si possono seguire dei pratici consigli. Ci sono buone possibilità per imparare a eiaculare ma, è da ricordarsi sempre, che la sessualità è molto soggettiva, sia nei modi sia nei tempi di risposta.

Ciò che accomuna le donne che hanno imparato come eiaculare, è la scoperta di un piacere diverso, di nuove sensazioni, di un pieno e totale appagamento sessuale. Anche se non si raggiungerà l’obiettivo, rimarrà l’arricchimento della propria vita sessuale, attraverso il percorso intrapreso nell’esplorazione del proprio corpo e da una migliore conoscenza di sé. Molti studiosi sostengono che se una donna sente lo stimolo di eiaculare e si trattiene, rischia di procurarsi notevoli infiammazioni. Le contrazioni involontarie effettuate durante l’orgasmo possono essere la causa di diverse uretriti. Credo pertanto che valga la pena almeno provarci.

Il consiglio è di iniziare da sole, senza il proprio partner.

La produzione del liquido è favorita da uno stato di eccitazione e su questo spazio alla vostra fantasia.

L’espulsione avviene attraverso l’azione del muscolo pubococcigeo. Come tutti i muscoli, deve essere allenato, e per questo ci sono i famosi esercizi di Kegel per donne, che vi saranno di grande aiuto per aumentare il vostro piacere durante l’atto sessuale. Individuate e imparate come stimolare il punto G fino al raggiungimento del vostro orgasmo. A questo punto lasciatevi totalmente andare e spingete come se voleste urinare, dovreste sentire uscire del liquido caldo o addirittura emettere un getto. Sarà il vostro primo squirting!!

Naturalmente coinvolgete il vostro partner quando ritenete opportuno, ma forse è meglio acquisire qualche conoscenza in più su se stesse, per poi dare indicazioni migliori!!

Gli uomini cosa ne pensano dello squirting?

I video di squirting di donne spopolano in rete, i film hard sul tema sono tra i più venduti, e le attrici porno con questo “dono” sono le più richieste e pagate. La pornografia sta contribuendo a riportare alla luce questa realtà, ponendo l’eiaculazione femminile come oggetto del desiderio dell’uomo. Eh si, perché sembra che la cosa sia molto apprezzata da quasi tutti gli uomini. Proprio così, non parlo di bizzarri sperimentatori, di arditi appassionati di erotismo o di avventurieri del fetish, parlo del vostro caro e tradizionalista maritino.

Se non volete trovarlo attaccato a un monitor.. regalatevi uno spruzzo di felicità!!!

Ti potrebbero interessare anche questi articoli

Esercizi di Kegel per donne
Piacere sessuale femminile
Sesso anale nella coppia
Cos'è l'orgasmo

e se ti è piaciuto questo, puoi condividerlo…

oppure lasciare un commento!

feeccia rosa

3 Thoughts to Tutto sull’eiaculazione vaginale

  1. GiuGiu Rispondi 6 giugno 2015 at 13:37

    La mia compagna, riesce a eiaculare soltanto quando pratichiamo il sesso anale e, soltanto in una determinata posizione. Solo una volta, riuscì a “venire” durante il sex vaginale, perchè comunque, con le dita gli massaggiavo l’ano.

    Mi domando se questo è normale, è la prima volta che mi capita una cosa del genere, non riesco a capire se questo è normale oppure no.

    #
  2. Lisa Rispondi 7 marzo 2015 at 13:35

    Ha sempre molto incuriosito questa cosa poi una volta ne ho parlato con il mio ragazzo e pare che lui vorrebbe tanto ma io proprio non riesco.

    #
    • Sesso Amore e Fantasia Rispondi 8 marzo 2015 at 13:41

      Ciao Lisa, la curiosità non guasta mai ed è sicuramente bello sperimentare cose nuove con il proprio partner, purché nulla non diventi un obbligo e motivo di stress. Per cui vivi la tua sessualità serenamente, se puoi riuscirai a eiaculare ben venga per entrambi!

      #

Lascia un commento

Comment


 
btt